Prana e Coscienza nello Shanti Yoga

luna

Sabato 17 aprile 2021 dalle 10 alle 13 Nidhi – Paolo Quaranta terrà un seminario online proprio su questo argomento.
Per iscriversi basta inviarci un’email su info@joytinat-trieste.org. Il costo del seminario online è di 25 euro.

Le due facce della luna

Nella nostra esperienza yogica abbiamo bisogno di seguire diverse pratiche per superare l’idea di giusto e di sbagliato. Più in generale “giusto” e “sbagliato” sono i due “avvocati” che intervengono nella nostra vita di tutti giorni; infatti, tutta la conoscenza umana si basa su questi due principi opposti, due potenti forze che hanno un ruolo decisivo nella nostra personalità. Generalmente assumiamo che questi due principi siano concetti intellettuali originati dai condizionamenti mentali attraverso le influenze della società, della cultura, della famiglia e delle nostre stesse idee nel corso della vita.
Secondo lo Yoga questo è l’aspetto di dualità che deve essere superato quando una persona consegue una profonda realizzazione spirituale; col tempo noi diventiamo consapevoli di questo aspetto nella nostra pratica yogica personale. Ad esempio, durante le pratiche meditative, possiamo fare esperienza di stati mentali molto positivi, molto creativi, che persino sfiorano la dimensione trascendentale; in questi stati possiamo fare esperienza dell’identificazione col nostro sé interiore.
Nello Yoga esistono due principali tradizioni scritturali: la tradizione vedantica e quella tantrica, entrambe definite darshan, “filosofia esperienziale”:

  • il Vedanta (la fine della conoscenza percettibile) evidenzia il fiorire della natura umana universale, che nella vita quotidiana è limitata e confinata al nostro sé inferiore. La natura umana universale è espressione delle qualità divine, che alzano la nostra mente sopra la dualità e permettono di sperimentare l’unità tra la coscienza individuale e quella suprema;
  • il Tantra (tan, “l’essere”, trayate, “proteggere”) è osservazione, riconoscimento ed accettazione del nostro stile di vita, della nostra natura, dei nostri modelli di comportamento e di condizionamento mentale. La pratica tantrica crea un sistema di disciplina interiore che è in grado di aumentare il livello di coscienza senza provocare insicurezze, paure o conflitti mentali; quest’ultima è la darshan più vicina al nostro stile di vita d’oggi.
    Lo scopo delle pratiche yogiche di derivazione vedantica è quello di sensibilizzare il praticante verso stadi di consapevolezza più elevati in modo da fare esperienza della natura manifesta e trascendentale della coscienza; le meditazioni del Laya Yoga, i mantra del Bhakti Yoga ed il sentiero ad otto passi del Raja Yoga portano verso il conseguimento di questo obbiettivo.

Pratiche yogiche di derivazione tantrica

Lo scopo di tutte le pratiche yogiche di derivazione tantrica è quello di liberare il grande potere cosmico, la kundalini shakti, che “vive attorcigliato tre volte e mezzo” in mooladhara chakra. Manipolando, immagazzinando, ed espandendo il prana all’interno del corpo, è possibile risvegliare la dormiente kundalini shakti.

Questo, ad esempio, è l’obbiettivo principale delle pratiche di pranayama (che significa “espandere la dimensione del prana”), e di prana vidya (che significa “la comprensione del prana”). Le tecniche dell’Hatha Yoga e del Kundalini Yoga seguono questa direzione.

Chandra

Perché le due facce della luna? Perché Chandra, la luna, rappresenta l’aspetto femminile ed intuitivo responsabile della nostra coscienza, dalla quale scaturisce Chit Shakti, la forza mentale.

Ma la luna ha due facce, la prima illuminata dal sole e sempre visibile all’uomo, e la seconda nascosta alla sua vista, ma sempre raggiungibile con la forza del suo pensiero e della sua intuizione.

Om Shanti Shanti Shanti

Approfondimento eleborato e scritto da

Nidhi – Paolo Quaranta

© 2020 Joytinat Yoga Ayurveda | Privacy | Cookie Policy | Copyright

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi