YOGA BIMBI E SCUOLE

Programma di Yoga e Ayurveda in favore degli  Alunni
dell’Istituto Comprensivo San Giovanni di Trieste e Altipiano carsico
– Anno scolastico 2013/2014 –

“Acqua fra il Sé e la Natura”

L’idea progettuale sviluppata dall’Associazione Joytinat Yoga Ayurveda Trieste ha come beneficiari gli studenti e gli insegnanti delle Scuole Primarie del territorio comunale di Trieste ed i membri dell’associazione stessa. L’aspetto innovativo consiste nell’attivare sinergie metodologiche tra componenti scientifiche e conoscenza dello Yoga e Ayurveda, attraverso esperti di educazione ambientale e di Yoga.

 Il progetto verrà svolto sia all’interno della scuola che sul territorio circostante. Si lavorerà con i bambini alla scoperta di come la risorsa Acqua, come elemento della Terra, in realtà è anche risorsa come elemento del proprio Corpo: a livello di nutrimento, di sostegno alla vita, di igiene e a livello di relazione esistente fra loro, avendo come sfondo integratore il ciclo vitale dell’acqua.

Questo lavoro avrà, per strumenti: percorsi di letture animate, rappresentazioni, disegni, animazione yogica e percorso esterno, lungo un sentiero vicino alla scuola, per ricercare una fonte dell’acqua.

 Lo scopo è creare un percorso esperenziale che unisca e crei situazioni per comprendere con intelligenza e sensibilità l’importanza del vivere bene dentro il corpo e in natura, sviluppando conoscenza, amicizia e rispetto nei confronti dell’elemento acqua, come risorsa indispensabile, sia al proprio interno che all’esterno, osservandone gli aspetti diversi e le relazioni.

L’obiettivo è di orientare i bambini a sviluppare positivamente scelte per sé e per il territorio.

 Parte integrante del progetto è la formazione e l’aggiornamento di Operatori e Insegnanti, attraverso ulteriore e innovativa attività seminariale.

Progetto di utilità sociale di:                    Maria Teresa Bertaccini
Insegnanti:                                                      Alessandra Simonetti, Marina Vergani, Franco Zuppa
Collaborazione:                                              Francesca Genuzio

Contributo della Regione Friuli Venezia Giulia

libertà

libertà1

 

Programma di pratiche di Yoga in favore degli Alunni in lingua italiana ed inglese

Anno scolastico 2013
Alunni dell’Istituto Comprensivo San Giovanni
Scuola Mauro-Suvich
-Comune di Trieste-

Premessa
La nostra Associazione di Cultura, Sport Dilettantistico e di Promozione Sociale propone un progetto divulgativo dello yoga nella scuola, presentato anche in lingua inglese. Fa seguito a varie esperienze private, svolte nei confronti dei bambini e ad un percorso progettato e portato a termine negli anni 2002-2009 presso Istituti di Scuola Superiore a Trieste, anche con il sostegno economico della Provincia di Trieste.

Perchè offriamo Yoga
L’arte millenaria dello Yoga attualmente si trova ad essere riscoperta come strumento di conoscenza, che contiene un insieme di pratiche capace di far emergere potenzialità individuali e di gruppo, sia sul piano fisico, che interiore, psichico, relazionale e creativo.
All’interno della Scuola la pratica dello Yoga diventa un potente strumento della pedagogia dell’ascolto, dell’introspezione e della prevenzione, finalizzata al recupero ed alla valorizzazione del bambino, fin dalla sua giovane età.
La Scuola, insieme alla Famiglia, è coinvolta nella crescita armoniosa dei bambini, essendo ambiente naturale di educazione, salute e protezione.

IMG_0705sepia

La Scuola, accettando di inserire yoga nel proprio programma scolastico accoglie pratiche corporee e creative per:

– vivere bene insieme
– rispettare e mantenere “puliti” corpo, pensieri ed ambiente
– fare amicizia con il proprio respiro e la scelta del cibo
– imparare ad allentare tensioni fisiche e mentali
– favorire concentrazione ed attenzione
– sperimentare un benevolo stato fisico, mentale, sociale

Ormai la pratica dello yoga sta diventando esperienza consolidata non solo in Europa ma anche in varie città d’Italia, in base a quanto stabilito dal Protocollo d’Intesa tra Ministero della Pubblica Istruzione e la Confederazione Nazionale Yoga del 1998, rinnovato nel 2007.

Finalità
In ascolto ed interazione con gli insegnanti, offrire una didattica che tenga conto della globalità del bambino, sviluppando il processo di apprendimento attraverso vari linguaggi.

Obiettivi generali ed Attività
Offrire moduli basati sull’applicazione di principi della conoscenza dello Yoga, svolti in lingua italiana ed inglese, scelti in maniera graduale, sulla base dell’età, delle capacità e necessità dei bambini, in accordo con gli insegnanti, comprendenti:

– Esercizi di Hatha Yoga, basati su rappresentazione corporea delle posizioni di yoga attraverso storie e racconti
– Giochi di gruppo e di coppia
– Disegno, come opportunità di sintesi del lavoro svolto
– Situazioni di attenzione ad: ascolto, respiro, tocco, concentrazione, silenzio, rilassamento

Periodo: Febbraio – Aprile 2013

Suddiviso: 20 incontri

Tema: Il nostro corpo…. la nostra terra

Scopi:
conoscenza del proprio corpo, migliorare la postura, imparare ad ascoltare lo spazio interno e trovare il silenzio, migliorare le capacità sociali ed emozionali, aumentare la concentrazione, aumentare la consapevolezza del sé e dell’ambiente, integrare un vocabolario elementare della lingua inglese (le parti del corpo, azioni, animali, elementi della natura).

Metodo: esercizi di yoga (posture, respirazione, rilassamento) trasmesso attraverso il gioco

Documentazione: disegni dei bambini dopo ogni incontro, questionario, lezione finale aperta

Insegnanti dell’Associazione Joytinat Yoga Ayurveda:

Referente progetto:
Maria Teresa Bertaccini: insegnante di Yoga e Ayurveda, responsabile di Joytinat Yoga Ayurveda (www.joytinat-trieste.org) – tel 040 3220384 – cell. 339 1293329

Il programma riceve un sostegno economico dalla Scuola

Om Shanti Shanti Shanti

Il programma svolto “Our Body, our Earth – Nostro Corpo, nostra Terra” ha aiutato non solo a migliorare lo stato fisico e psichico degli studenti e il linguaggio in inglese, ma anche ad accorgersi del rapporto fra loro, la natura e i suoi elementi, per liberare rispetto verso se stessi e il mondo circostante.

Il percorso è iniziato invitando i bambini a disegnare un loro posto preferito nella natura, inserendovi il proprio ritratto.
In questo modo vi è stata la possibilità di avvicinarsi al loro stato psichico-emotivo e al loro grado di autopercezione, in modo da comprendere come adeguare il programma di yoga alle esigenze delle varie classi.

Durante i vari incontri, da gennaio a giugno, è stata anche preparata una storia per riunire l’esperienza fatta, presentata poi in un saggio finale alla presenza di genitori, bimbi, insegnanti.

La storia era intitolata “A drop of water – Una goccia d’acqua”:
mentre due bambini raccontavano la trama, uno in inglese e uno in italiano, gli altri raccontavano con il loro corpo tutte le sequenze della storia, che parlava di un lungo viaggio di una goccia d’acqua fino ad incontrare e a diventare oceano.

Il tutto è stato raccontato anche attraverso tanti disegni.

DSC_0574 (1) DSC_0616 (1)DSC_0626 (1)DSC_0617 (1)

Grazie alla sensibilità e costante e attiva presenza della vice preside, prof. Francesca Genuzio, per aver accolta la proposta di far entrare lo yoga nella scuola come veicolo di crescita per gli alunni.

Grazie agli straordinari bambini e al loro profumato entusiasmo partecipativo e collaborativo.

Maria Teresa

Trieste, 11 giugno 2013